Skip to content

Gli antipodi

19 maggio 2010

George Gilder è un personaggio straordinario ed eccentrico, spesso controcorrente ma ancora più spesso preveggente.

Nell’incontro di ieri a Roma, organizzato da Libertiamo e dall’Istituto Bruno Leoni, ha parlato più che altro di mercato e nuove tecnologie.

Ha avuto modo però di ricordarci che c’è un luogo nel mondo, forse non casualmente collocato a testa in giù rispetto a noi, dove è stata fatta la scelta di deregolamentare completamente il settore agricolo: in Nuova Zelanda non ci sono sussidi o incentivi, né quote di produzione o superfici contingentate. Gli agricoltori producono ciò che vogliono per rivenderlo come vogliono, e sembra che la cura abbia funzionato, se è vero che l’agricoltura neozelandese ha cominciato a volare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: