Skip to content

Le ultime di Oliver

29 luglio 2010

In pochi giorni il regista venezuelano Oliver Stone, che per ragioni strettamente personali continua a mantenere la residenza anagrafica e il domicilio fiscale negli USA, è riuscito a dire che

il disastro ecologico del Golfo del Messico deve far riflettere gli Stati Uniti e spingerli a seguire l’esempio degli stati socialisti del Sud America, che hanno nazionalizzato le loro risorse energetiche

mentre, interpellato sulle ragioni che lo hanno spinto a progettare un film sull’olocausto, ha risposto così:

Lo faccio a causa dello strapotere ebraico nel mondo dei media. Gli ebrei sono sempre in cima a quasiasi commento, sono la lobby più potente che agisca a Washington. Israele ha fottuto la politica estera americana per anni.

concludendo che Adolf Hitler “ha fatto più male al popolo russo che a quello ebraico” (a gennaio aveva detto che lo stesso Hitler era un “facile capro espiatorio” e Stalin “quasi un eroe”).

Complimenti. A lui e al parterre di imbecilli che era andato ad applaudirlo quando si è presentato alla rassegna del cinema di Venezia accompagnato da Hugo Chavez.

Annunci
One Comment leave one →
  1. massimo permalink
    29 luglio 2010 23:20

    dirgli che e’ un coglione. e’ fargli un complimento……un vero nazista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: