Skip to content

Adro, Italy

17 settembre 2010

In un paese in cui già la toponomastica stradale evidenzia la propensione della classe politica a piantare bandiera, anzi, a stenderla come una tovaglia su una porzione più larga possibile di territorio per poi bivaccarci sopra, non dovrebbe stupire più di tanto la vicenda della scuola griffata Lega Nord di Adro. Via Gramsci vs via Sturzo, via Togliatti vs via De Gasperi, via Berlinguer vs via Moro. A Bologna pur di intitolare una strada a Stalin l’hanno chiamata via Stalingrado, e ancora è lì, bella grossa, col nome di una città che ha cambiato nome…

Forse la differenza sta solo nel fatto che Adro sembra essere una città senza freni inibitori, in cui si riesce con estrema facilità a dare e pubblicizzare il peggio di sé. L’avevamo visto mesi fa, quando, per una questione di servizi pubblici pagati o meno, la popolazione si era divisa equanimemente tra miserabili accattoni e luridi pidocchi. Una città che si merita il sindaco che ha, in un’Italia che si merita Adro. Tanto in provincia il pic-nic è già cominciato.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: