Skip to content

Come volevasi dimostrare

2 luglio 2012

In un post dello scorso gennaio avevo sollevato qualche perplessità sulla gara ad evidenza pubblica per l’assegnazione del servizio di gestione di due musei civici del Comune di Acquapendente, in provincia di Viterbo. La gara avrebbe aggiudicato al vincitore un contributo di 170.665,28 euro per occuparsi di due strutture che insieme non riescono a fatturare nemmeno 5000 euro l’anno.

In particolare sembravano discutibili i tempi tra l’emissione del bando e la presentazione dei progetti da parte delle ditte interessate, due settimane in tutto durante le feste di Natale, e i requisiti necessari a partecipare, che tratteggiavano in maniera piuttosto inequivocabile l’identikit della cooperativa che fino ad allora aveva gestito lo stesso servizio.

All’epoca la cosa aveva suscitato qualche polemica a livello locale, e il sindaco se ne era avuto a male. Oggi un lettore (ed amico) mi segnala che abbiamo un vincitore, che si è aggiudicato la vittoria dopo aspra e interminabile contesa. E’ questo qui.

Ognuno può farsene l’idea che vuole, la mia è sintetizzata nel titolo di questo post.

Advertisements
One Comment leave one →
  1. 4 luglio 2012 21:06

    ma suvvia non esser sospettoso:
    come direbbe il tuo sindaco, ha vinto chi se lo meritava…il valore merito , sia chiaro nel significato italiano del termine….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: